lunedì 6 febbraio 2017

Caves of Papua...




Tre delle più profonde cavità dell'Indonesia sono in Papua. 
Queste esplorate negli anni '90 da speleo francese si trovano nelle
Lina Mountain, settore orientale della Vogelkop.


Parte del fiume Baliem nei pressi dell'inghiottitoio.
Nella stessa zona resta inesplorato anche il sistema del
fiume Ilu a Ilugwa.

Un momento delle difficili esplorazioni
della Thunder cave.

Il grande traforo della Valle di Baliem. Vagamente conosciuto dal secondo
dopoguerra. Citato in un articolo del National Geogrphic del 1945 88(6) a firma Elsmore
"Warok river (tributary of Baliem) goes underground and emerge 1 mile away,
Citato come The Hole in the wall dagli esploratori degli anni '60
La sua esplorazione speleologica è stata tentata nel 1992 da una squadra inglese.
La Thunder Cave è oggi la più lunga cavità attualmente esplorata in Papua,
ma il fiume Baliem ed il suo traforo conservano intatto il loro mistero!

Rilievo della Thunder cave sul fiume Baliem. Il corso attivo
del fiume non è mai stato raggiunto.



Bisogna raggiungere le sperdute Star Mountain
nel settore più orientale di Papua, per trovare
una grotta estremamente promettente...





Il Sibil Buk I, esplorato da una spedizione Olandese, è la seconda grotta di Papua
per sviluppo, ma anche la terza dell'intera indonesia per profondità. A differenza
di altre questa cavità come Verstrappen insegna, sembra promettere ben altre misure e profondità...
Purtroppo la sua esplorazione è resa molto difficile tanto dai problemi logistici quanto dal
rischio costante di Bandijr o piene di fiume, che proprio nel 1992 hanno posto
improvvisamente fine ad una esplorazione che sembrava continuare senza problemi...

La parte indonesiana della Nuova Guinea, oggi chiamata Papua, contiene aree carsiche enormi, sicuramente tra le più belle del pianeta e con potenziali che fanno sognare. Eppure per una serie di congiunture e difficoltà, resta una delle meno studiate in assoluto e nonostante diverse spedizioni conserva ancora gelosamente i suoi segreti. Allo stato attuale le grotte esplorate in Papua sono incredibilmente poche rispetto alla incredibile estensione dei suoi carsi. Ad oggi Papua contiene tre delle quattro grotte più profonde esplorate nella nazione indonesiana: Lomes Besar e Lomes Longmot nella penisola settentrionale della Vogelkop e SibilBuk I nelle remote Star Mountains appena a ridosso del suo confine orientale, profonde ma non certo abbastanza per una regione dove il carsismo raggiunge i 4000 metri di quota.  Anche come sviluppo la cavità più lunga esplorata ad oggi resta la Thunder Cave o Tingina nella valle del Baliem, con appena 2.6 km di sviluppo. (Informazioni non confermate parlano di una grotta di 3.3 km la Gua Nomonkendik nella penisola di Fak Fak). 
Esplorare grotte in Papua per tante ragioni non è facile, ma proprio il mistero, la bellezza e l'incredibile potenzialità di questi luoghi rende la sfida quanto mai affascinante e degna di essere tentata!


Una delle molte carte sulle aree carsiche indonesiane presenti nel lavoro di Balazs (1969). Parte occidentale della penisola di Doberai (Kepala Burung) oggi provincia di Papua Barat. Preciso e dettagliato, questo lavoro si pone come uno dei primi e più importanti quadri sinottici del carsismo nell'arcipelago. Ormai a quasi cinquantanni dalla sua uscita, molte di queste zone segnalate restano ancora poco e per nulla esplorate.